Il muro del canto - Luce mia

                                                                                Se tu m'amassi la vita sarebbe come na sera d'estate senza dolore io m'addormirei come quann'ero creatura ma tu non m'ami che ce posso fà se io so uno qualunque anzi so peggio, nemmeno lavoro so stato pure n'galera.
Se tu provassi quello che sento vivresti a stento, cadresti giù se tu amassi lo zero che sono sarebbe cento pure de più se tu assaggiassi solo un momento come me sento verresti giù come na santa qua n'mezzo a li sassi dar firmamento verresti giù Se tu m'amassi io non me ne andrei da questa Roma cornuta tutte le notti me la canterei c'avrebbe n'senso sta luna ma tu non m'ami lo devo accettà come s'accetta la morte nun lo sopporto non posso abbozzà è meglio falla finita Se tu provassi quello che sento vivresti a stento, cadresti giù se tu m'amassi lo zero che sono sarebbe cento pure de più se tu assaggiassi solo un momento come me sento verresti giù come na santa qua n'mezzo a li sassi dar firmamento verresti giù Se tu m'amassi io non me ne andrei da questa Roma puttana come le stelle io scintillerei e sarei mejo de te.

Leggi tutto l'articolo