Il problema dei 35 cammelli racconto persiano

Il problema dei 35 cammelli   “Vicino ad una vecchia locanda scorgemmo tre uomini che litigavano animatamente.
L’abile Beremiz chiese loro perché stessero litigando.
-        Siamo fratelli – spiegò il più vecchio – e abbiamo ricevuto in eredità questi trentacinque cammelli.
Secondo l’espresso desiderio di nostro padre, la metà di essi mi appartiene, un terzo spetta a mio fratello Hamed e la nona parte ad Harim, il più giovane.
Però non sappiamo come fare la divisione perché la metà di 35 è 17 e 1/2  e né 1/3 né 1/9 di 35 sono numeri interi.
-        Ma è semplicissimo – disse Beremiz, l’Uomo che Contava, - mi impegno a fare una giusta divisione ma prima permettetemi di aggiungere ai vostri 35 cammelli questo splendido animale che ci ha portato qui nel momento più opportuno.
A questo punto intervenni; - Come potremo continuare il nostro viaggio se regali il nostro cammello a questi signori? - Lascia fare a me e poi vedrai – mi sussurrò Beremiz.
- Amici miei – disse rivolto ai tre fratelli – ora farò una giusta ed esatta divisione di questi animali che ora sono 36.
La metà di 36 è 18 1/3 di 36 è 12 1/9 di 36 è 4 Restano 2 cammelli Un cammello ce lo riprendiamo perché è nostro e l’altro ce lo offrite per avervi aiutato nella divisione.

Leggi tutto l'articolo