Il rapporto di Amnesty sui diritti umani: Italia bocciata

Milano (askanews) - In Italia c'è una "gestione repressiva del fenomeno migratorio" e una diffusa "retorica razzista e xenofoba di alcuni politici" che "incita all'odio e alla discriminazione".
Il quadro preoccupato e preoccupante sulla situazione italiana emerge dal rapporto annuale di Amnesty International che ogni anno tira le somme della situazione dei diritti umani nel mondo, con un focus specifico per ogni Paese.
Amnesty cita in particolare il decreto legge sicurezza in cui ci sono misure "che erodono gravemente i diritti umani di richiedenti asilo e migranti e avranno l'effetto di fare aumentare il numero di persone in stato di irregolarità".
Non solo, sull'Italia pesa anche la "fornitura di armi a paesi in guerra come Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti, attivi nel conflitto in Yemen".
A livello mondiale invece è stato l'anno delle donne.
Amnesty racconta che attiviste di ogni parte del mondo sono state in prima linea nella battaglia per i diritti umani.
"La più potente visione su come contrastare leader repressori".

Leggi tutto l'articolo