Il reportage. Caprera&La Casa di Giuseppe Garibaldi

Il Compendio garibaldino costituisce l’insieme degli edifici, dei cimeli e di tutte le pertinenze un tempo proprieta’ di Garibaldi, ceduti allo Stato Italiano che ne ha curato il restauro e la ristrutturazione, nel 1978.
Giuseppe Garibaldi conobbe l’Arcipelago in un momento particolarmente difficile della sua vita, ossia dopo la disfatta della Repubblica Romana, la morte della sua amata, Anita, e l’abbandono dei figli.
La Casa-Museo di Giuseppe Garibaldi si trova sull'isola di Caprera.
Oltre che in barca è possibile arrivare a Caprera imbarcandosi da Palau con i traghetti che partano per giungere a La Maddalena.
Una volta giunti sull'isola proseguite dopo la P.zza principale e continuate verso destra.
Dopo circa 400 mt.
troverete un'incrocio con semaforo, continuate sempre diritti fino ad arrivare al ponte che collega l'isola di La Maddalena con Caprera.
Dopo il ponte inizia l'ingresso nella Pineta di Caprera, diverse segnalazioni conducono alla casa di Garibaldi, che comunque e' facilmente raggiungibile seguendo la strada principale.
La Casa-Museo e' ubicata nella parte piu' esterna di Caprera.
Il complesso e' situato in un ambiente particolarmente suggestivo per la sua collocazione vicina al mare, con la roccia granitica affiorante e la tipica vegetazione mediterranea.
La visita inizia dalla stalla dove sono conservati gli attrezzi da lavoro e alcuni cimeli, testimonianza della sua passione per la terra.
Nell'atrio della "casa bianca" si notano diverse armi e la carrozzella del Generale; nella camera da letto matrimoniale ci sono la scrivania e la pianola, ritratti a matita alle pareti.
Si visita poi la camera di Manlio, figlio della prima moglie, la stanza di Clelia, la cucina.
Nella stanza dei cimeli sono raccolti gli oggetti personali, alle pareti del tinello si possono notare copie di dipinti famosi ed altre opere.
Nel salotto si nota la poltrona in pelle e lo scrittoio-leggio regalatogli dalla Regina Margherita di Savoia.
Nella "stanza della morte" si nota il letto rivolto verso la finestra da cui il Generale poteva scorgere la Corsica.
Da qui si scende alla tomba di Garibaldi e al piccolo cimitero ove sono sepolte le figlie Rosa e Anita, accanto alle quali riposano Teresita, Francesca Armosino, Clelia e Manlio.

Leggi tutto l'articolo