Il risveglio di Hollywood in total black, ai Golden Globes l'Italia resta a secco da huffingtonpost

L'ombra di Harvey Weinstein sulla 75° edizione.
Miglior film “Tre manifesti a Ebbing Missouri”, miglior serie "Big Little Lies" 08/01/2018 08:18 CET | Aggiornato 08/01/2018 08:28Eleganza, solidarietà alle donne, speech indimenticabili e delusione, almeno per l'Italia.
Ricorderemo così i Golden Globes Awards 2018, una 75esima edizione caratterizzata da un red carpet con tutte le star presenti in total black per protestare contro le violenze sessuali a Hollywood.
A ricordare Harvey Weistein ("magari tra vent'anni faremo una celebrazione in memoriam in negativo") e Kevin Spacey ("Plummer è libero? Potrebbe fare il presidente di House of Cards e magari avrebbe un accento del sud migliore del suo"), ma solo all'inizio, è stato il comico Seth Meyers, che ha presentato la serata trasmessa dal Beverly Hills Hotel di Los Angeles.
Per il resto, è stata una cerimonia che – nonostante tutto – è stata una festa, ma non per l'Italia, visto che su cinque candidature, non ha portato a casa ...

Leggi tutto l'articolo