Il sapore della Spada

Ma cantare, sognare, ridere?Splendido.
Da solo, in libertà.Avere l'occhio sicuro, la voce in chiarità,mettersi, se ti va,di sghimbescio il cappello,per un sì, per un no,fare un'ode o fare un duello (Cyrano de Bergerac)Succede che da tempo avrei voglia di raccontare dello snodarsi del sentiero della mia vita, il volere non corrisponde quasi mai al potere ma come recita il proverbio ne costituisce l’energia principale e così oggi provo a raccontare di spade e di duelli, di demoni e di amicizie, insomma del percorso intrapreso sulla Via della Spada.Innanzi tutto mi sono chiesto spesso come mai dopo gli anni più verdi dedicati alla via delle arti marziali con sapore giapponese a piedi nudi e soprattutto a mani vuote io sia arrivato a provare la Via della Spada giapponese: il Kendo.
La risposta che ho trovato rileggendo queste mie pagine (cosa che da loro un senso altrimenti smarrito) penso risieda soprattutto nel fatto che il duello di spada concentra alcuni elementi essenziali e conteng...

Leggi tutto l'articolo