Il signor diavolo

Il signor Diavolo, ultimo film di Pupi Avati, tratto dal suo omonimo romanzo; segna forse il declino di un grande regista che alla soglia degli 81 anni, realizza un film che ha tantissime pecche, pur se la storia risulta molto interessante così come l'ambientazione gotica in cui si svolgono i fatti; o forse abituati troppo bene a gran parte del suo cinema e ricordando alcuni suoi horror del passato la delusione è inevitabilmente dietro l'angolo.Roma, 1952.
L'ispettore del ministero della giustizia Furio Momenté viene convocato per una questione delicatissima dal sottosegretario alla giustizia.
In Veneto, un minore ha ucciso un coetaneo convinto che fosse il diavolo, a quanto pare istigato da una suora e un sacrestano. Viene inviato perchè deve fare in modo che nessun uomo di chiesa vada a processo ma si trova invischiato in una realtà più complessa del previsto e alquanto sinistra, dove sono in gioco molto di più che la politica e la fede.Questo film è un ritorno alle sue origini e ...

Leggi tutto l'articolo