Il soggetto imprevisto. 1978 Arte e Femminismo in Italia

Mirella Bentivoglio, AM, 1970
La mostra Il soggetto imprevisto. 1978 Arte e Femminismo in Italia a cura di Marco Scotini e Raffaella Perna all'FM Centro per l'Arte Contemporanea di Milano, è dedicata ai rapporti tra arti visive e movimento femminista.
Tomaso Binga, Lettera H
Si dà ampio spazio alle artiste più impegnate tra cui Tomaso Binga, firma androgina di Bianca Pucciarelli Menna, set designer dell'ultima sfilata della Maison Dior che ha sostenuto economicamente la mostra.

Libera Mazzoleni, Riflessione sullo stereotipo identitario femminile, 1974-1975, cm 35x28
Così Raffaella Perna:
"Ritengo che oggi, in Italia, sia un momento appropriato per ragionare sulla storia del femminismo e sui suoi contatti con la creatività e l’arte delle donne negli anni Settanta. C’è un’esigenza reale di non dare per scontati dei diritti acquisiti che ora vengono messi in dubbio. Se il caso del “Congresso Mondiale delle Famiglie”...

Leggi tutto l'articolo