Il sollucchero dell'alligatore

    IL CAVALIER SERPENTE  Perfidie di Stefano Torossi  28 luglio 2014    IL SOLLUCCHERO DELL'ALLIGATORE   Il sollucchero dell'alligatore Smentiamo vigorosamente le voci che danno facebook come sentina di trucchi e madre di tutte le balle.
E' invece una fucina di informazioni.
 Proprio oggi leggiamo una fondamentale notizia che dovrebbe interessare sia gli zoologi che i musicisti (e anche noi, purché curiosi, naturalmente).
Jeff Klinkenberg, un giornalista americano che da anni studia gli alligatori della Florida, nel riascoltare per la centesima volta il profondo ribollente muggito con cui nella stagione degli accoppiamenti i maschi chiamano le femmine, ha avuto una pensata.
Per cominciare, diapason alla mano, ha determinato che il muggito dei lucertoloni è un si bemolle profondo.
Uguale per tutti; naturalmente con qualche piccola variazione di timbro: nessuno rinuncia a fare il solista se può, specialmente in occasione di un fidanzamento.
Poi si è trattato di passare all'esperimento: riprodurre artificialmente il richiamo e vedere se funzionava.
Un organo sarebbe andato bene, solo che per il trasporto c'era qualche difficoltà.
Idea: Jeff telefona all'amico Bill Bickleson, affermato solista di basso tuba nella locale orchestra, il quale decide, anche se con qualche perplessità, di mettersi in spalla lo strumento e scendere in palude.
E chi avrebbe rifiutato? Detto fatto, si piazza sull'imbarcadero, piedi a penzoloni e tuba imbracciata, e si mette a sparare, con una certa fatica perché non è una nota facile, una raffica di si bemolle bassi.
Successo: decine di alligatori, per l'appunto in sollucchero, affiorano nello stagno in cerca della compagna evocata.
 Ci rimangono male perché invece di un'alligatrice (si dirà così?) c'è un musico spernacchiante al quale, per la delusione e conseguente desiderio di vendetta, i rettili tentano di strappare a morsi i piedi.
Ma l'esperimento è riuscito.
Potenza del si bemolle.
Qualche amico tubista ce l'abbiamo anche noi.
In mancanza di paludi infestate dagli alligatori dalle nostre parti, potremmo suggerirgli di andare al rettilario dello zoo con lo strumento, suonarlo, vedere l'effetto che fa, e poi prudentemente darsela a gambe (più per paura dei custodi che degli animali).
Solo che non sappiamo quando è la stagione degli accoppiamenti.
Camillo De Lellis, da mascalzone a santo.
Mercoledì 23 luglio, basilica di San Giacomo in Augusta, Flavio Colusso: Feste Musicali Jacopee - Labyrinthus, esercizio spirituale concertato.
 Alternandosi a brani musicali del [...]

Leggi tutto l'articolo