Il superenalotto festeggia in 15 anni di storia

Il SuperEnalotto ha festeggiato i 15 anni di storia il 3 dicembre 1997 e resta tutt’oggi il gioco d’azzardo a premi più utilizzato dagli italiani.
Nato in sostituzione dell’Enalotto, fu ideato da Rodolfo Molo, ex presidente della Sisal (attuale proprietaria del SuperEnalotto) e figlio di Geo Molo, inventore del Totocalcio.
Fino al 30 giugno 2009, la combinazione vincente, proprio come avveniva per l’Enalotto, era legata al gioco del lotto e composta dai primi numeri estratti dalle ruote di Bari, Firenze, Milano, Roma, Napoli e Palermo.
In caso di estrazione di due numeri uguali, si considerava valido il secondo numero fino ad arrivare al quinto.
Il numero Jolly corrispondeva al primo numero estratto sulla ruota di Venezia, mente il Superstar era il primo numero sulla ruota Nazionale.
A partire dal 1 luglio 2009 il regolamento del SuperEnalotto è variato, la combinazione vincente non è più legata al Lotto, ma sono state introdotte due differenti estrazioni: una per la sestina vincente ed il Jolly, ed un’altra per il Superstar.
A differenza del gioco del Lotto, il SuperEnalotto ha una vincita variabile che viene suddivisa in maniera equa tra i vincitori e, qualora non venissero individuati i numeri vincenti, il montepremi viene aggiunto al concorso successivo.
Ad oggi, tra polemiche e provocazioni, il gioco del Superenalotto ha raggiunto importanti successi anche se le probabilità di vincite sono ridotte, anzi ridottissime.
Si parla, infatti, di circa 1 vincita ogni 622.614.630 giocate, ma il costo di una schedina è di solo 1 euro invogliando notevolmente il giocatore a tentare la vittoria, che potrebbe dagli la possibilità di realizzare i propri sogni.
A questo proposito, avete appena acquistato una schedina e volete verificare se è vincente? Potete collegarvi al sito Superenalottoestrazioni.net e controllare con l’ultima estrazione.

Leggi tutto l'articolo