Il villaggio dove si incontrano le 3 Lapponie è pura magia

C’è un piccolo villaggio nel punto più estremo della Finlandia dove finisce la strada.
Qui è dove si incontrano le tre Lapponie, quella Finlandese, quella Svedese e quella Norvegese.
Un punto strategico per avvistare il magnifico spettacolo dell’aurora boreale.
Ma non solo.
In questo villaggio il tempo sembra essersi fermato.
La natura domina maestosa.
I paesaggi insoliti della Riserva Naturale di Malla invadono l’orizzonte.
Dalla montagna più alta della Finlandia, Halti, si avvista anche il Mar Glaciale Artico, distante circa 40 chilometri.
Dall’antica montagna di Saana, dalla forma particolare e simbolo della zona, si ammirano i laghi che la circondano e la magnifica tundra popolata da renne, tra cui la rarissima renna bianca.
Un angolo incontaminato, ideale per chi desidera rilassarsi e fare il pieno di natura.
È anche un’ottima zona per fare attività all’aperto, anche d’inverno, come lo sci di fondo e da discesa.
Per i più temerari, c’è l’ice swimming, un’immersione “rigenerante” nel lago, come fanno i veri lapponi.
E, per gli amanti della fotografia, ogni angolo è un soggetto imperdibile da immortalare.
Si dorme in un piccolo resort a gestione familiare formato da diversi cottage, l’unico del villaggio, lontano dal resto del mondo, ma dotato di tutti comfort (ogni camera ha la propria sauna che non manca mai), proprio sulla riva del lago ghiacciato a Kilpisjarvi.
È il classico cottage nordico, di legno rosso con gli infissi bianchi che, quando è circondato dalla neve, spicca come un semaforo nel bel mezzo del nulla.
Nel ristorante dell’hotel viene servito il tipico cibo lappone.
Da qui si parte ogni giorno per le escursioni con le racchette da neve, per la pesca sul ghiaccio e per i safari con i cani husky lungo i fiordi del Nord.
E poi, in motoslitta, di giorno e soprattutto di sera, a caccia di aurore boreali.
Per raggiungere il villaggio finlandese di Kilpisjarvi si vola a Tromsø, nella Norvegia settentrionale, costeggiando il fiordo di Lyngen (o Lyngenfjord), un'area artica che ha ottenuto la certificazione di Destinazione sostenibile per l’impegno quotidiano nel ridurre l'impatto ambientale del turismo e preservare il proprio carattere e la propria natura.
Difficile arrivarci da soli, meglio affidarsi a un tour operator specializzato come Norama che offre anche una guida che parla italiano e che sveglia gli ospiti anche nel bel mezzo della notte quando sta per arrivare l’aurora boreale.

Leggi tutto l'articolo