Imposta sulla pubblicità: non è dovuta per l’esposizione dei contrassegni distintivi sui veicoli adibiti al “servizio di vigilanza privata”

Attualità
29 maggio 2019
Imposta sulla pubblicità: non è dovuta per l’esposizione dei contrassegni distintivi sui veicoli adibiti al “servizio di vigilanza privata”

Nell’Ordinanza n. 13636 del 21 maggio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano che l’apposizione dei contrassegni sugli autoveicoli di servizio costituisce uno dei requisiti operativi e qualitativi richiesti dalle norme regolatrici dell’attività di vigilanza privata. Fatta questa premessa in ordine alla “ratio” dell’esposizione dei contrassegni distintivi sui veicoli adibiti al “servizio di vigilanza privata” occorre verificare come la relativa disciplina si coniughi con le disposizioni di cui al Dlgs. n. 507/1993 ed in particolare con l’ipotesi esonerativa di cui all’art. 17, comma 1, lett. i) la quale recita che “le insegne, le targhe e simili la cui esposizione sia obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento sempre che le dimensioni del mezzo usato, qualora non espressamente st...

Leggi tutto l'articolo