In Europa cresce il consumo di coca e eroina. In Italia uno su tre ha fumato cannabis

Ecco i risultati di quarant'anni di proibizionismo in Europa.
La cocaina vede sempre piu' aumentare la sua attrazione e resta di gran lunga il piu' popolare stimolante in Europa, l'eroina torna a essere in auge, mentre per la cannabis si conferma soprattutto tra i giovani un calo di interesse, anche se non nell'uso quotidiano.
E' questo il quadro dell'evoluzione del fenomeno droga in Europa, che emerge dalla Relazione annuale 2009 dell'Osservatorio europeo delle droghe (Oedt), che sara' presentato oggi a Bruxelles.
Un'analisi, frutto del monitoraggio di tutti i Paesi dell'Unione europea piu' la Norvegia, che rivela tra l'altro l'esistenza di un fenomeno che suscita l'allarme dell'Osservatorio: quello della vendita su Internet, di prodotti commercializzati con il marchio 'Spice', che dovrebbero contenere solo miscele di innocue erbe e che invece hanno rivelato la presenza di cannabinoidi sintetici, cioe' sostanze ottenute in laboratorio che producono effetti simili a quelli della cannabis.
Secondo i dati dell'Oedt, dunque, circa 13 milioni di europei hanno provato la cocaina nella loro vita, e di questi, 7,5 milioni sono giovani (15-34 anni) di cui 3 milioni l'hanno usata nell'ultimo anno.
L'Italia si conferma tra i Paesi a piu' forte consumo insieme a Danimarca, Spagna, Irlanda, e Regno Unito.
Nella maggior parte dei Paesi europei comunque si evidenzia una tendenza alla stabilizzazione o all'aumento del consumo tra i giovani.
Sono invece da 1,2 a 1,5 milioni i consumatori problematici di oppiacei e in generale si registra un aumento di chi usa eroina.
E i decessi per overdose, dopo un calo nei primi anni 2000, mostrano di nuovo un andamento al rialzo.
Ma la droga piu' comunemente usata resta la cannabis, con circa 22,5 milioni di europei che ne hanno fatto uso nell'ultimo anno.
Tuttavia, continua la tendenza a un calo della popolarita' dello spinello, soprattutto fra i giovani, gia' emersa lo scorso anno.
Anche se il numero di consumatori intensivi resta alto: e' possibile, avverte l'Oedt, che sino al 2,5% dei giovani europei consumi cannabis tutti i giorni.
L'Italia e' il Paese europeo ai primi posti nel consumo di spinelli: il 31,2% l'ha provato una volta, il 14,6% nell'ultimo anno e il 7,2% nell'ultimo mese.
Stabili, infine i consumi di amfetamina e di ecstasy.
Leggi il rapporto integrale

Leggi tutto l'articolo