In Puglia sequestrate 2,6 tonnellate di olio adulterato

Foggia, 13 mar.
(askanews) - Miscelavano olio di semi di origine sconosciuta con altre sostanze, fra cui la clorofilla per alterarne il colore, e poi lo rivendevano come extravergine di oliva.
La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Foggia ha individuato e sottoposto a sequestro a Cerignola una vera e propria fabbrica abusiva di olio, all'interno di due box senza nessuna norma di sicurezza o igienica.
All'interno sono stati sequestrati oltre 2.600 litri di sostanza oleosa contenuta in contenitori di plastica, 30 Kg di clorofilla, varie attrezzature industriali per la miscelazione, l'imbottigliamento ed il confezionamento del prodotto, 1.400 bottiglie in vetro e oltre 11.000 etichette adesive utilizzate per confezionare il prodotto, destinato al mercato del Nord Italia ed a quello tedesco.
Le etichette, con un marchio di fantasia, inducevano in errore o consumatori che ritenevano di acquistare un prodotto di alta qualità proveniente dalla molitura di olive pugliesi.

Leggi tutto l'articolo