In Sudafrica lo spettacolo del deserto che fiorisce

La natura vince su tutto e fiorisce anche nel deserto più arido.
Accade in Sudafrica, dove ogni anno si verifica un vero e proprio miracolo.
A Namaqualanduna, nel Northern Cape, al confine con la Namibia e il Botswana, una volta all'anno i visitatori assistono a uno spettacolo unico: sul terreno arido appaiono migliaia di fiori variopinti e il deserto si colora.
Tutto merito di Madre Natura che durante la primavera australe (quando da noi è autunno) trasforma uno degli angoli più aridi del pianeta in un paesaggio che sembra uscito dalla tela di un pittore Impressionista.
Il fenomeno, che ogni anno attira centinaia di visitatori e curiosi da tutto il mondo, si verifica nel Namaqua National Park, un'area protetta che si estende per oltre 700 km quadrati.
Margherite arancioni e bianche, fiori selvatici lilla e gialli, ma anche aloe, erbe perenni e gigli: Madre Natura si svela in tutta la sua bellezza, creando qualcosa di unico al mondo e imperdibile.
A originare il fenomeno è la giusta dose di pioggia, ma anche il sole, che con i suoi raggi aiuta i fiori a schiudersi.
Il parco, oltre a colorarsi di fiori, si popola di farfalle, api e uccelli.
Secondo gli studiosi, che hanno documentato questo miracolo, qui crescono circa 3.500 specie di piante, di cui mille presenti esclusivamente in questo luogo, e con i suoi paesaggi meravigliosi è il luogo ideale dove fare escursioni in bicicletta o in 4x4.
Oltre alla flora unica al mondo, i turisti possono osservare una ricca fauna di aquile, caracals (lince del deserto), gazzelle, istrici e babbuini.
Tra i vari percorsi che si possono fare c'è la strada che attraversa il parco Namaqua, le cui aride vallate ospitano la fioritura del deserto.
Questa via costeggia la selvaggia costa Nord-occidentale che è rimasta inaccessibile per molti anni a causa delle presenza di numerose miniere di diamanti.
Da un lato si possono ammirare anche i delfini e le balene, mentre dall'altro scopriamo la fauna endemica che popola il 'Veld', la regione delle grandi pianure del Sudafrica.

Leggi tutto l'articolo