In casa Inter scoppia il 'caso' Ljajic, scavalcato anche dal giovane Manaj

Il 'day-after' e la conseguente pausa per le Nazionali, lascia in casa Inter il tempo per alcune riflessioni.
Contro la Sampdoria è arrivato un buon pareggio, soprattutto in relazione ai rischi che la squadra di Mancini ha corso durante i 90 minuti.
A tenere banco ad Appiano Gentile, non sono però solo questioni strettamente tecniche e tattiche.
C'è anche un 'caso' Ljajic che non può più essere nascosto dall'ex allenatore del Manchester City.
Il serbo è stato acquistato nelle ultime ore di mercato dall'Inter e, a giudicare da questo inizio di campionato, forse non era tra le prime scelte di Roberto Mancini.
Al contrario, per esempio, di un avversario di ieri come Eder, inseguito più a lungo.
Come riporta l'edizione odierna de 'Il Corriere dello Sport', l'ex Roma non ha preso bene di essere stato scavalcato nelle gerarchie da Biabiany e dal giovane Manaj.
Il serbo è stato mandato in campo solo per una manciata di minuti nel finale.
Motivo della scelta dell’allenatore? Ljajic, come Brozovic, non si sta allenando in maniera convincente e Mancini non è soddisfatto.
Se non cambia registro, difficilmente Adem troverà spazio nell’Inter.

Leggi tutto l'articolo