In coma dopo una lite, fermato a Modena

(ANSA) – MODENA, 19 NOV – Un nigeriano di 25 anni è stato fermato a Modena poiché ritenuto responsabile di un’aggressione che il 9 novembre, in via dell’Abate, ha ridotto in coma un 32enne connazionale, che ha riportato una grave lesione cerebrale, dopo una caduta a terra provocata dallo schiaffo dato a mano aperta.
Il 32enne si trova ancora all’ospedale di Baggiovara.
Fondamentali, per l’identificazione, sono state le immagini delle telecamere presenti in zona.
Il giovane, sottoposto a fermo su indagini della squadra mobile della polizia, è regolare, con permesso di soggiorno per motivi umanitari, entrato nel 2015 dalla costa siciliana.
Richiedente asilo a Gubbio, ha lavorato in un prosciuttificio di Castelnuovo Rangone fino a tre mesi fa.
Senza lavoro e dimora, dormiva nella zona della stazione.
A quanto pare l’aggressione è nata per motivi banali, dopo una lite all’interno di un negozio alimentare.
L’accusa è lesioni gravissime: lui si è difeso spiegando di non aver idea di aver provocato danni così gravi.