In un bar di Kreuzberg, seduti a un tavolino, davanti a due birre.

Ah, ciao Arturo, ti ricordi? Siediti con me che ti offro da bere! Sì sì, mi ricordo, ci siamo conosciuti al Tangoloft! Come va con il tuo romanzo? Mah, sono fermo a quel punto in cui ho dato tutto me stesso.
Quando dici ‘se continuo finirò per rovinarlo’.
Quindi mi sono preso una pausa per qualche settimana [...]

Leggi tutto l'articolo