In un video il rapinatore con mitraglia spara tra la folla nell'assalto al portavalori nel salernitano

Cronaca 31 gennaio 2015 In un video il rapinatore con mitraglia spara tra la folla nell'assalto al portavalori nel salernitano La sequenza del raid del 28 novembre nel centro di Pagani così come è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso di DARIO DEL PORTO Un rapinatore solitario, con il volto coperto da un casco integrale e una mitraglietta in pugno, che spara tra la folla in pieno giorno: è la sequenza dell'assalto a un furgone portavalori sferrato il 28 novembre scorso nel centro di Pagani così come è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso piazzate nella zona.
Nella sparatoria rimasero feriti tre passanti.
Il presunto bandito, Enrico Laierno, 51 anni, che subito dopo il fatto si era reso irreperibile, è in carcere con le accuse di tentato omicidio, tentata rapina, porto abusivo di armi con l'aggravante del metodo mafioso.
L'uomo si è consegnato ai carabinieri che lo avevano individuato nella sua abitazione.
Secondo gli inquirenti coordinati dalla Procura di Salerno, Laierno ha fatto tutto da solo.
Ma non si tratta di un bandito improvvisato, bensì di un professionista, già coinvolto nel 2011 nell'indagine su un'organizzazione specializzata proprio in rapine mediante l'utilizzo di armi da guerra.
Le indagini sono state condotte dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera inferione e dai militari del Nucleo investigativo del comando provinciale di Salerno diretti dal colonnello Giulio Pini con i maggiori Alessandro De Vico ed Enrico Calandri.
Il portavalori della Cosmopol, che trasportava un carico di 80 mila euro, si stava dirigendo, protetto da tre vigilantes, verso l'agenzia del Monte dei Paschi di Siena e fu assaltato in corso Ettore Padovano, proprio nei pressi dell'ufficio postale dove era stato ucciso il corraggioso tenente dei carabinieri Pittoni.
Quando le guardie giurate scesero dal furgone, il bandito cominciò a sparare esplodendo sette colpi calibro 9 per 19.
Uno dei vigilanti rispose al fuoco, sparando a sua volta nove colpi con la pistola calibro 9 per 21.
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/01/31/news/pagani-106220022/

Leggi tutto l'articolo