In vasca

La somiglianza sostanziale tra le gare in pista e quelle in vasca è ciascuno ha una corsia tutta sua (bello, si chiama corsia anche se si nuota e non si corre).E si gareggia in batterie secondo i tempi di iscrizione, come nelle gare in pista.
Solo che nei 50 stile libero tra uomini e donne ci sono decine e decine di partecipanti, mentre in una gara di 100 metri piani ci sono ormai poche batterie di soli specialisti.
A bordo vasca è tutto frenetico, gli appelli si susseguono a ritmo serrato, e da un a massa compatta si dipanano file di otto gli atleti che seguono un giudice.
Si monta su blocchi, chi arriva prima vince, un suono lungo, tuffo, turbine di schiuma (inversamente proporzionale alla distanza da percorrere) di braccia di gambe di respirazioni a pelo d'acqua (direttamente proporzionali alla distanza percorsa).Però tutto il resto del tempo si parla si osserva e si parla, per nuotare senza parlare si nuota in mare doppiando promontori o aggirando boe, ed è un altro sport come div...

Leggi tutto l'articolo