In via Alberoni sporco di sangue e coltello in mano, bloccato dopo la rissa

Cronaca sabato 10 dicembre 2016 - 13:02 In via Alberoni sporco di sangue e coltello in mano, bloccato dopo la rissa INSIEME A LUI, TUNISINO DI 26 ANNI, ANCHE UN MAROCCHINO DI 24 ANNI: ENTRAMBI SONO RISULTATI CLANDESTINI Violenta rissa in piazzale Marconi.
I fatti sono accaduti intorno alle 2,30 di questa notte, sabato 10 dicembre.
Un vigilante dell’Ivri stava transitando lungo viale Sant’Ambrogio quando ha notato una rissa tra alcuni uomini nei pressi della stazione.
La guardia giurata ha subito allertato le forze dell’ordine, ma alla vista della pattuglia i partecipanti alla zuffa si sono allontanati in fretta e furia.
Il vigilante ha tentato così di seguire a bordo dell’auto di ordinanza alcuni dei partecipanti in fuga, nel tentativo di non perderli di vista: in effetti, in via Alberoni, nei pressi dei giardini Merluzzo, il vigilante si è trovato di fronte un tunisino di 26 anni che vagava per la strada con il volto sporco di sangue, pronunciando frasi sconnesse e con un grosso coltello in mano.
A quel punto sul posto è intervenuta la polizia che dopo aver disarmato lo straniero lo ha identificato, fermando nel frattempo anche un amico, un marocchino di 24 anni: quest’ultimo ha spiegato che alcuni uomini li avevano aggrediti pochi minuti prima senza alcun motivo.
Nessuno dei due, però, presentava ferite.
Anzi, i due amici sono risultati irregolari sul territorio italiano e per loro i poliziotti hanno avanzato la richiesta di espulsione.
Il 26enne tunisino è stato anche denunciato per porto abusivo di armi.
Federico Gazzola http://www.piacenza24.eu/

Leggi tutto l'articolo