In viaggio con Giulietta6 La città del Canaletto

di Annalisa Rabagliati
Arriviamo a Dresda dopo un viaggio segnato da un po’ di code in autostrada. Ci sono file di camion tali da farti riflettere sul problema mondiale dell’inquinamento. Il clima è peggiorato, il tempo è incerto e il bellissimo centro città è avvolto da una luce grigia. È pomeriggio tardi e le strade bagnate sono deserte: pochi turisti condividono con noi la visione dei palazzi principeschi dall’aria oscura e un po’ lugubre. Non c’è nessuno in questa città? A poco a poco, camminando, scopriamo dove sono finiti tutti: bar, pizzerie, centri commerciali e weinstube, osterie, sono pieni di clienti .
Non fa piacere a nessuno andare in giro con freddo e umidità, soprattutto d’estate: ce ne rendiamo conto il giorno dopo, quando gli stessi monumenti sono inondati dal sole e le strade dalla gente. I palazzi rinascimentali e barocchi che il giorno prima apparivano tristi oggi si mostrano nella loro bellezza, le guglie della Residenza dei principi elettori e dello Zwinger appa...

Leggi tutto l'articolo