Inaugurazione invernale Chalet N.5 Lonato del Garda Ospite speciale Dimitri from Paris - Daniele Spadaro

Sabato 12 ottobre  2013Classe ed eleganza non sono mai definizioni astratte.
D'estate il Coco Beach, complici le atmosfere ovattate del Lago di Garda, sa declinare questi concetti come pochi altri.
E da questo inverno, per la prima volta, è pronto ad esaltarli anche nella sua nuova dimensione indoor: Chalet N.5, un autentico rifugio/enclave dove divertirsi al meglio.
Chalet N.5 inaugura ufficialmente sabato 12 ottobre, con una serie di novità contenutistiche, artistiche e strutturali che saranno svelate la sera stessa.
Certo è l'ospite speciale chiamato per questo ideale taglio del nastro: Dimitri from Paris, non a caso uno dei deejay più raffinati in assoluto, come dimostrano le sue selezioni musicali per sfilate d'alta moda (Lagerfeld, Dior, Yves Saint Laurent) ed i suoi party e le sue raccolte discografiche per la Playboy Mansion di Hugh Efner.
Marilyn Monroe amava dire "Non vado mai a dormire senza una goccia di Chanel n.5".
Oggi, probabilmente, ascolterebbe Dimitri From Paris, come si evince dalla sua biografia in allegato. Dimitri è un personaggio affascinante, un miscuglio di culture ed etnie differenti, che ha trovato la sua strada nell'alta moda e nei raffinati salotti del mondo che conta, affermandosi a livello planetario come uno dei nomi più grandi della gloriosa scuola del French Touch.
Lui, transalpino solamente d'adozione.
Come indica il nome esotico, Dimitri (cognome ignoto) è originario dell'Egeo, regione turca, ma si sposta nella ville lumiere a tre anni, per restarci definitivamente.Entra nel mondo della musica alla fine degli anni Ottanta, abbozzando ritmi funk e creando remix di successi francesi nel tempo libero che gli concede la sua attività a French Radio 7.
Ma è la notte il suo territorio, e inizia a farsi conoscere, acquisendo esperienza nei locali.
Qualcosa, tuttavia, non lo convince a livello sonoro… per sua stessa ammissione, il funk 80 che sta proponendo deprime ogni sua fidanzata.
Così, Dimitri decide di cercare una strada più personale, trova vecchi dischi della tradizione francese degli anni 50 e 60 e li campiona con jingle dal sapore antico, affogandoli in una patina di house leggera di sua creazione.
Ritmi retrò delicati sottofondi che strizzano l'occhiolino al bel mondo.
Il suo lavoro si sposta sulle passerelle, Chanel gli chiede dei brani originali per le sue sfilate nella prima metà degli anni 90. E' un lavoro sotterraneo, coltivato con cura da Dimitri nei ritagli di tempo.
Poi, nel 1996, si decide a dare sfogo a tutta la sua opera di mixing accumulato nei saloni [...]

Leggi tutto l'articolo