Incentivi 2010: piccoli, piccoli.

  Il governo "sta valutando un insieme di incentivi per aiutare i consumi e nello stesso tempo diminure i consumi energetici e l'inquinamento".
A confermarlo è il ministro per lo Sviluppo economico Claudio Scajola che spiega come l'Esecutivo sta studiando il modo per "agevolare tutto ciò che serve a dare qualità di prodotto nel settore collegato a ecologia e difesa dell'ambiente".
Gli incentivi per l'auto, però, "saranno inferiori al passato, perchè dobbiamo accompagnare questi prodotti verso l'uscita dall'incentivazione per lasciarli alla libera competizione di mercato".
Di quanto saranno inferiori, dice ancora Scajola, "lo stiamo valutando questa settimana.
Appena pronti presenteremo il piano", e risponde affermativamente a chi gli chiede se ciò avverrà entro febbraio.
In realtà il decreto non sarà pronto per il 29 perché ancora in fase di studio.
Fra l'altro a fine mese il ministero avrà un incomtro con la Fiat per analizzare il piano dell'azienda torinese alla luce della chiusura e del disimpegno a Termini Imerese.
"Il governo - ha spiegato infatti Scajola - sta valutando un insieme di incentivi per aiutare i consumi e nello stesso tempo diminuire i consumi energetici e l'inquinamento e per dare qualità ai prodotti nel settore collegato all'ecologia e alla difesa dell'ambiente".
Questo significa una sola cosa: che per il 2010 le vendite saranno sicuramente in calo, come hanno più volte denunciato Unrae, Anfia e altre associazioni di concessionari.
 

Leggi tutto l'articolo