Incidente

Una pasianese Scontro sul viadotto della Sp80, in frazione Castello, tra una vettura e un furgone a causa del manto stradale viscido: nell’impatto una 50enne di Pasian di Prato ha riportato un taglio alla testa e un trauma alla colonna vertebrale.
Il conducente del furgone, l’artigiano porpettese Giancarlo Pez, ha riportato invece una botta ad una gamba.
La donna è stata trasportata in elisoccorso al Santa Maria della Misericordia di Udine per accertamenti, mentre l’uomo, dopo i controlli di routine, è rientrato a casa.
L’incidente è accaduto verso le 11.30 di ieri mentre in zona imperversava un forte acquazzone.
La Fiat Punto stava scendendo dal cavalcavia in direzione Palmanova: in prossimità del curvone ha iniziato a sbandare invadendo la corsia di marcia opposta.
Nel senso inverso stava arrivando il furgone con a bordo Pez, che vedendo la macchina arrivargli addosso ha subito rallentato, ma non ha potuto evitare l’impatto.
La vettura l’ha colpito di lato andando a finire la corsa al lato della strada.
La donna è rimasta incastrata all’interno della vettura, tanto da rendere necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Cervignano per liberarla.
Sul posto anche 118 e polizia municipale di Gonars.
La cinquantenne, nonostante il taglio alla testa e il trauma alla colonna vertebrale, è sempre stata cosciente, ma perprecauzione i sanitari dell’elisoccorso hanno preferito trasportarla al nosocomio udinese.
Pez, una volta a casa, ha lanciato un appello per mettere in sicurezza quel tratto di strada: «Troppi incidenti in quel curvone – dice –, bisogna che la Provincia intervenga». 

Leggi tutto l'articolo