Indagini su clandestini assunti da Trump

(ANSA) – WASHINGTON, 30 DIC – L’attorney general del New Yersey e l’Fbi stanno esaminando i documenti degli immigrati senza status legale che affermano di aver lavorato nel golf club del presidente Donald Trump a Bedminster.
Lo ha rivelato Anibal Romero, un avvocato che rappresenta 5 di loro e che ha fornito agli investigatori la falsa green card e la falsa tessera socio-sanitaria che i supervisori del golf club avrebbero dato ad uno dei suoi clienti, Victorina Morales, guatemalteca.
Il legale ha consegnato anche la busta paga di Sandra Diaz, del Costa Rica, che ora ha uno status legale ma non nei tre anni in cui ha lavorato al club.
Sono state le prime ad uscire allo scoperto all’inizio del mese.
Morales ha spiegato di averlo fatto per denunciare “l’ipocrisia” del presidente, che assume irregolari e poi si batte per il muro al confine col Messico e per un giro di vite sull’immigrazione.
Il materiale raccolto dagli inquirenti, secondo il Wp, indica che potrebbe essere aperta un’inchiesta sulle assunzioni nel club del tycoon.