Indonesia: Unicef, oltre 15.000 sfollati

(ANSA) – ROMA, 26 DIC – Quattro giorni dopo lo tsunami che ha colpito l’Indonesia, “la situazione è ancora molto complessa”.
Lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia, in una nota dell’agenzia dell’Onu per l’infanzia.
“Il numero dei dispersi continua a crescere, i morti sono 430, i feriti oltre 1.500.
Quello che più colpisce è il numero degli sfollati che aumenta di ora in ora.
Ad oggi ne contiamo circa 15.000 tra cui un gran numero di bambini.
Molte persone dormono ancora per strada, altre presso le abitazioni di amici o parenti dei villaggi vicini”, si legge.
“Siamo estremamente preoccupati per la situazione dei bambini che hanno bisogno di tutto, dall’assistenza psicologica alle cure mediche.
Molti di essi sono stati separati dai genitori”.
“Unicef Indonesia – conclude – sta fornendo in queste ore kit sanitari (asciugamani, palette, secchi, assorbenti) e reti da letto e collabora con le autorità locali per la fornitura di cibo e alimenti nutrizionali”.