IndyCar - Indianapolis, sesto giorno: Kanaan sale al vertice

  Nel sesto giorno di prove in vista della 500 Miglia di Indianapolis il più veloce è stato Tony Kanaan, con il tempo di 39.6870 alla media di 364,881 kmh.
"La nostra macchina è andata bene oggi e penso che anche se dobbiamo ancora lavorare bisogna avere una buona macchina per essere in grado di fare questo tipo di tempi", ha detto Kanaan.
"Abbiamo lavorato sul setup di qualifica oggi, come quasi tutti gli altri hanno fatto, quindi vedremo.
Sarà un Pole Day molto interessante, specie se domani dovesse piovere.
C’è un grande equilibrio, ed io sono complessivamente soddisfatto." Il brasiliano ha ammesso che il suo tempo è stato realizzato usufruendo della scia di altre vetture.
La scia sta giocando un ruolo importante e sta probabilmente influenzando la classifica, peraltro molto compatta, con quasi tutti i piloti racchiusi in un secondo.
Oggi otto differenti team alla fine ella sessione sono rappresentati nella top tem, e 27 vetture sono racchiuse in meno di sei decimi.
In questa sesta giornata di prove, il secondo tempo è stato realizzato da Paul Tracy, penultimo invece ieri, mentre al terzo posto si piazza come ieri il giapponese Hideki Mutoh.
La buona giornata dell’Andretti Autosport è confermata da Marco Andretti, mentre la top 5 è completata da Dan Wheldon.
    I due piloti di Penske Helio Castroneves e Will Power seguono in classifica, rispettivamente al sesto e settimo posto, mentre il terzo pilota del team, Ryan Briscoe, ha fatto segnare il sedicesimo tempo.
Chiudono la top ten il solito positivo Alex Tagliani, un Graham Rahal in crescita, e il sorprendente Davey Hamilton, in questi giorni costantemente più veloce del compagno di squadra Raphael Matos (oggi diciottesimo).
"Davvero non penso che siamo lontani dal top", ha detto Rahal.
"Ho avuto auto molto veloci negli ultimi due anni, ma mai una che è stata veloce come questa.
Sono molto entusiasta riguardo le nostre possibilità di qualificazione e per la gara." Più indietro hanno finito i piloti di Ganassi: Scott Dixon ha fatto segnare il tredicesimo tempo, Dario Franchitti il ventesimo (sulla vettura di riserva).
Le prove si sono concluse in anticipo di circa un’ora per il sopraggiungere della pioggia, che potrebbe cadere anche nella giornata di domani.
    Come previsto, EJ Viso è tornato in pista dopo l’incidente di martedì.
Bruno Junqueira, ancora in attesa di poter scendere in pista con la vettura del FAZZT Race Team, ha effettuato alcuni giri con il Bryan Herta Autosport per aiutare il rookie Sebastian Saavedra a trovare il setup [...]

Leggi tutto l'articolo