IndyCar - St.Petersburg, prove libere: continua il buon momento di Power

Il buon momento di Will Power continua nelle prove libere dell’Honda Grand Prix of St.
Petersburg, seconda prova stagionale della IZOD IndyCar Series.
Il pilota australiano è infatti risultato il più veloce in entrambe le sessioni del venerdì, facendo segnare il miglior tempo assoluto nella seconda sessione, in 1:02.3200.
Il pilota del Team Penske ha preceduto di ben sette decimi il secondo classificato, Scott Dixon (Ganassi).
Lo stesso distacco ha diviso le seguenti 14 vetture.
Tony Kanaan (Andretti Autosport) e Justin Wilson (Dreyer&Reinbold) hanno fatto segnare rispettivamente il terzo e quarto tempo della seconda sessione, davanti a Ryan Hunter-Reay.
La sorpresa della sessione è rappresentata dal team KV Racing Technology, che ha piazzato i sue due piloti EJ Viso e Takuma Sato al sesto e settimo posto.
La sessione pomeridiana è stata interrotta dopo mezz’ora a causa dell’incidente che ha visto protagonista Dario Franchitti.
Lo scozzese è finito contro le gomme alla Curva 4.
Nella prima sessione si era invece messo in luce l’atro pilota giapponese Hideki Mutoh, che aveva fatto segnare il quinto tempo dell mattino (dietro Power, Franchitti, Briscoe e Castroneves).
Graham Rahal, alla prima delle due uscite con il Sarah Fisher Racing, è rimasto nella top ten per la maggior parte della prima sessione, terminando all’undicesimo posto.
Nel pomeriggio è invece riuscito a risalire al decimo posto.
La mattina è trascorsa senza incidenti di rilievo.
Danica Patrick ed EJ Viso hanno perso un po’ di tempo a causa, rispettivamente, di problemi all’acceleratore e al cambio, ma sono comunque scesi in pista regolarmente.
Nel pomeriggio invece, oltre al botto di Franchitti, vanno segnalati i testacoda che hanno rallentato le prove di Milka Duno e Mario Moraes.

Leggi tutto l'articolo