Indycar - Indianapolis: Tagliani sostituisce Junqueira

Il Conquest Racing ha deciso di sostituire il brasiliano Bruno Junqueira con il titolare Alex Tagliani.
"Abbiamo avuto la possibilità di lavorare con due eccellenti piloti", ha detto Eric Bachelart, proprietario del team.
"Purtroppo, non abbiamo avuto la stessa sorte per entrambi, nonostante un ottimo lavoro da parte di tutti all'interno del team.
Bruno ha dimostrato ancora una volta come sia un pilota di talento ed è veramente da apprezzare il lavoro che ha fatto per noi nonostante il poco tempo a disposizione.
Dobbiamo ringraziarlo per il suo eccellente lavoro.
Alex è stato vittima delle circostanze, non di una mancanza di velocità o di una colpa propria.
E’ la magia di Indy, può essere buona o cattiva.
Noi abbiamo lavorato con Alex per un lungo tempo e abbiamo costruito il nostro programma di marketing commerciale attorno a lui.
Egli è il nostro primo pilota sin dall'inizio della stagione e abbiamo ritenuto che è nel miglior interesse del team e dei nostri partner affidare a lui la nostra macchina per la gara, così come di costruire il nostro futuro insieme." Le regole di Indianapolis permettono infatti la sostituzione del pilota sulla vettura qualificata, con l’handicap della retrocessione all’ultimo posto della griglia.
Tagliani partirà così trentatreesimo.
La più celebre sostituzione è quella del 1992, quando Scott Goodyear rimpiazzò il compagno di squadra Mike Groff per poi rimontare dal trentatreesimo e ultimo posto fino al secondo posto finale, battuto in volata da Al Unser jr nell’arrivo più ravvicinato della storia di Indianapolis.
"Voglio ringraziare la squadra e gli sponsor per avermi dato l'opportunità di avere a disposizione la loro auto oggi", ha detto Junqueira.
"Sono stato in grado di andare veloce fin dall'inizio, nonostante non abbia potuto provare molto, e questo è stato molto gratificante per me.
Mi è piaciuto molto lavorare con Conquest Racing, che mi ha dato una buona macchina e, spero di poter lavorare con loro ancora in futuro.
E' un peccato che Alex sia stato eliminato.
Sapevo che lui è il primo pilota e che se qualcosa fosse andato storto probabilmente gli avrei dovuto cedere il posto." "Voglio prima di tutto dire grazie a Bruno per la sua comprensione e la squadra per aver preso questa decisione", ha detto invece Tagliani.
"Abbiamo costruito il nostro rapporto da lungo tempo, e sono contento di poter disputare la mia prima Indy 500 con loro.
Ovviamente, sarebbe stato molto più bello se avessimo avuto entrambe le vetture in griglia.
Probabilmente se dovessimo rifare le [...]

Leggi tutto l'articolo