Indycar - Pole Day, le parole degli 11 qualificati

Helio Castroneves (n.3 Team Penske): "Solo essere qui in questo momento è fantastico.
Devo dire che senza questa folla, senza il sostegno dei tifosi, tutto questo non sarebbe stato possibile.
Questo posto è magico.
Abbiamo dovuto lavorare duro tutto il giorno, lottando contro le condizioni climatiche.
Ryan e io eravamo veramente forti.
Quando sono uscito per il mio secondo tentativo, in realtà non ne avevo davvero voglia.
" (A proposito della pressione delle qualifiche): "Uscire di nuovo e ri-tentare la qualifica è stata una scommessa, una grande scommessa.
Ma avevamo la possibilità di ottenere la pole, e l’azzardo ha dato i suoi frutti." Ryan Briscoe (n.6 Team Penske): "Uscire per il primo tentativo di qualificazione è stato piuttosto snervante.
Ed è stato davvero bello avere una buona velocità per cominciare bene.
C’era molto vento.
Ad ogni curva si sentiva in modo diverso.
Bisogna fare attenzione, tra il vento, il peso da variare, le gomme che giro dopo giro perdono di performance.
Ho mantenuto un buon equilibrio e sono riuscito a portare a casa una buona prestazione.
Per tutta la giornata ho pensato di poter partire in pole, e poi semplicemente non ce l’abbiamo fatta.
Sapevamo di avere la velocità.
Però non sono andato veloce come mi aspettavo.
Mi sentivo fiducioso di poter difendere la mia posizione.
Ci ho creduto veramente di ottenere la pole, ma non ha funzionato.
Penso che la pista era più veloce nel finale.
Alla fine mi sarebbe piaciuto aver avuto un altro paio di giri per provare prima del mio ultimo tentativo.
Sapevo che avevo una macchina veloce.
Il Team Penske ha fatto un gran lavoro, e ci ha dato delle auto molto veloci.
Helio è stato bravissimo a gestire la situazione.
Io sono felice di essere qui in prima fila.
So che ho una buona in vista della corsa." Dario Franchitti (n.10 Target Chip Ganassi Racing): (Alla fine delle qualifiche): "Sono un po' dispiaciuto di non avere ottenuto la pole.
Comunque siamo ancora in prima fila.
Abbiamo fatto il meglio di ciò che era nelle nostre possibilità.
Non c’era solo il team Penske, c’erano anche l’Andretti-Green e pure il Newman/Haas/Lanigan.
Il livello di concorrenza è molto alto.
E' l'ideale per i tifosi.
Sapevamo di non avere la velocità per la pole.
Ogni volta che siamo andati fuori per dei giri di prova, dovevamo spingere al limite.
E' stata una lunga giornata.
E' stato fantastico essere di nuovo qui all’Indianapolis Motor Speedway alla guida di una vettura." Graham Rahal (n.02 McDonald's Newman/Haas/Lanigan Racing): "Abbiamo avuto i [...]

Leggi tutto l'articolo