Indycar - Terzo giorno di prove ad Indianapolis, Andretti il più veloce

Al terzo giorno di prove previsto ad Indianapolis finalmente anche i veterani sono potuti scendere in pista.
Alla fine della giornata (che è stata allungata di un’ora e mezza rispetto al previsto per recuperare un po’ di tempo perso per la pioggia di ieri) il più veloce è stato Marco Andretti, col tempo di 39.9152 a 362,794 kmh di media.
"E' sicuramente un buon punto di partenza", ha detto Andretti, che ha terminato una volta secondo e una volta terzo in tre partecipazioni.
"Dimostra che sicuramente abbiamo una buona velocità.
Dobbiamo ancora acquisire sicurezza, e non siamo ancora sicuri fino a dove possiamo spingerci.
Ma io sono abbastanza felice per il bilanciamento che ha la mia macchina.
E penso che questa sia la chiave - ottenere il giusto equlibrio.
Adesso dobbiamo cercare di fare un po’ meglio ed ottenere un passo migliore." Alle sue spalle si sono piazzati i due piloti Penske, Helio Castroneves e Ryan Briscoe.
I primi tre sono racchiusi in un decimo di secondo esatto.
"I ragazzi del Team Penske hanno fatto un ottimo lavoro", ha detto Castroneves.
"La vettura è stata superba sin da quando è scesa dal camion.
Abbiamo voluto approfittare della giornata, è stato importante.
La giornata è iniziata con un po' di fresco e poi si è progressivamente riscaldata, e così abbiamo fatto un lavoro utile.
Al momento, ci sentiamo molto solidi." Al quarto e quinto posto si sono piazzati i due piloti del team di Chip Ganassi, il campione in carica Scott Dixon e Dario Franchitti.
"E' bello essere di nuovo qui”, ha detto Dixon.
“Oggi il tempo è stato gentile con tutti noi.
Abbiamo potuto effettuare un buon numero di giri, e questa è una cosa positiva considerando il calendario accorciato.
Domani è già il 'Fast Fiday'.
Stasera ci sarà un sacco di lavoro da fare per cercare di ottimizzare il tutto.
Le nostre due vetture hanno mostrato una buona velocità.
Alla fine è stata una buona giornata." Curiosamente, alle loro spalle si è piazzato l’ex pilota del team, Dan Wheldon, adesso alla guida della Dallara-Honda del Panther Racing.
"Ovviamente ogni volta che si arriva al’Indianapolis Motor Speedway e alla 500 Miglia, che è a mio parere il più grande evento sportivo del mondo, è un grande onore", ha detto Wheldon.
"Penso che la nostra vettura abbia una buona velocità.
Abbiamo ancora un paio di piccole cose da fissare per presentarci nelle migliori condizioni per la qualifica." Il migliore tra i rookie è stato Robert Doornbos del Newman/Haas/Lanigan Racing, che ha ottenuto il settimo tempo assoluto.
"Sono [...]

Leggi tutto l'articolo