Infezioni sessuali: come proteggersi e chi è più a rischio

Sono circa 250 milioni in più rispetto a 25 anni fa i giovani ed i teenager esposti alla minaccia delle infezioni sessuali: Per la precisione il 55% della categoria a livello mondiale, secondo la Lancet Commission on Adolescent Health and Wellbeing.
È importante quindi la prevenzione, per evitare di incorrere in problematiche alcune volte anche fatali e che rappresentano un problema non solo per la salute ma per l'integrità fisica e psichica e la vita stessa, come ad esempio l'eventualità della sterilità che può essere causata dalla clamidia o dal cancro all'utero.
Inoltre, spesso la sintomatologia di queste malattie è silente e asintomatica.
Per proteggersi, come abbiamo già accennato, è fondamentale essere informati.
Usare ad esempio i preservativi, in particolare se non si conosce a sufficienza la persona con cui si fa sesso o se si è soliti avere rapporti occasionali.
Evitare l'uso di sostanze disinibenti, causa del recente fenomeno del Chemsex, ossia l’utilizzo di droghe per migliorare le prestazioni sessuali.
Sottoporsi a screening periodici, informarsi tramite un'educazione sessuale sana e controllata, ed eventualmente richiedere il supporto, in particolare per le ragazze, di ginecologi e psicologi, così da non sentirsi soli e poter porre tutte le domande del caso.
A volte, una semplice visita può essere in grado di salvarci davvero la vita

Leggi tutto l'articolo