Info Sport | Coppa Uefa, Spartak Mosca - Udinese 1-2, 6/11/08

 Spartak Mosca - Udinese 1-2   Dopo l'esordio vincente contro il Tottenham, l'Udinese si impone anche nel gelo di Mosca sullo Spartak nel secondo match del gironcino Uefa e ora può tirare il fiato.
La qualificazione al turno successivo è già a un passo e Marino potrà praticare un ampio turn-over nelle prossime partite.
Marino, che lascia a casa Di Natale per risparmiarlo in vista della sfida di domenica con l'Inter, cambia due uomini rispetto alla formazione annunciata, consegnando le chiavi del centrocampo a Obodo (con D'Agostino in panchina) e schierando in attacco Quagliarella al posto di Floro Flores nel tridente completato da Pepe e Sanchez.
Il tecnico dello Spartak Michael Laudrup, vecchia conoscenza del calcio italiano, schiera due mezze punte molto mobili, Bystrov e Prudnikov, alle spalle di Bazhenov.
  - SPARTAK ALL'ATTACCO - Nei primi minuti l'Udinese sembra aver bisogno di prendere confidenza con il campo in erba sintetica del Luzhniki, con lo Spartak che ne approfitta per attaccare con insistenza: al 6' i locali scaldano le mani ad Handanovic con Bystrov, che approfitta di un errore in disimpegno della difesa friulana per entrare in area a calciare di destro in diagonale, costringendo il portiere sloveno alla respinta in corner.
Due minuti dopo un inoffensivo traversone da destra di Bystrov si trasforma in un gran pericolo a causa di un errato disimpegno di Motta, che nel tentativo di allontanare tocca in maniera maldestra spedendo la palla sul palo.
- QUAGLIARELLA GOL - L'Udinese ci mette circa dieci minuti a prendere le misure allo Spartak, ma i risultati sono immediati: all'11' cross dalla trequarti di Pasquale per Quagliarella, che appostato sul secondo palo tenta la difficile conclusione al volo di destro e centra il palo.
Passa un minuto e l'attaccante napoletano fa centro: lancio di Pepe per Quagliarella, che con stoppa con un po' di fortuna fra due avversari spalle alla porta, si gira con gran rapidità e di destro batte Pletikosa.
- RODRIGUEZ PAREGGIA - Ma il vantaggio dura poco: al 17' Pavlenko batte un corner corto per l'accorrente Rodriguez, che entra in area e calcia di sinistro battendo Handanovic, che riesce a toccare ma non a respingere.
I friulani non stanno a guardare e al 19' Pepe si mangia un gol grande come una casa: smarcato davanti al portiere da un gran lancio di Sanchez, spreca tutto calciando addosso a Pletikosa.
La partita si mantiene bella ed equilibrata, condotta a gran ritmo da entrambe le squadre: l'Udinese abbassa la linea difensiva e mantiene un atteggiamento più [...]

Leggi tutto l'articolo