Ingiustizia infinita

“Alle famiglie delle vittime degli atti terroristici, di ogni etnia, credo e nazionalità, dobbiamo qualcosa in più del dispiacere e della rabbia.
Meritano giustizia.
Dobbiamo chiedere conto allo Stato islamico delle sue azioni, del suo nichilistico culto della morte che vede il mondo in bianco e nero.
dobbiamo chiedere conto a Bashar al Assad, che nella primavera del 2011 ha risposto, a chi manifestava pacificamente, con cannoni ad acqua e carri armati, e ai governi di Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Russia, Iran e di molti altri paesi, che hanno fornito sostegno e soccorso a un despota dopo l’altro in Medio Oriente e in Nordafrica.
Dobbiamo chiedere conto anche a George W.
Bush e a Dick Cheney, che con la disastrosa invasione dell’Iraq, nel 2003, e la successiva smobilitazione dell’esercito iracheno hanno destabilizzato l’intera regione.
E ai re sauditi Salman, Abd Allah e Fahd che, finanziando la dottrina wahabita, hanno permesso all’estremismo islamico di diffondersi.
Quando ero ...

Leggi tutto l'articolo