Inseguo un desiderio – Pensarla deliziosa

Inseguo un desiderio, mi si disegna davanti una bella giornata.
Volevo mare, volevo conoscere questa donna ignota.
Mi auto gratifico di essere riuscito a blandire le sue paure, le mie incertezze.
Questa donna m’abbatte la timidezza, fuga la convulsione del tempo.
Mi lenisce la tensione del desiderio accumulato nel viaggio, non lo spegne, lo cura, probabilmente inconsapevole.
Mi rinfaccia il mio essere, con leggerezza che gratifica gli epiteti che mi lancia scherzosa, sapendo di scoprire verità.
E’ questa sua unione dell’apparire e dell’essere, l’amalgama di parole, sorrisi, gestualità, movenze, mimica, questa dinamica variabile che osservo attento, che me la fanno pensare deliziosa.
Troppo presto per dirlo.
Anche dopo che, dopo una pausa di silenzio, suo, mio.
Gira la testa, solleva gli occhiali e guardandomi dice asciutta, come ridesse: “sei simpatico!”.
Incasso ma non ricambio un complimento, non ora, non è tempo … La sto a guardare.
Mi piace guardarla, pensarla deliziosa ...
 

Leggi tutto l'articolo