Insonnia

Quella notte non riuscivo a chiudere occhio.
I pensieri riecheggiavano senza sosta bombardandomi la testa.
Cos' era andato storto? Cosa non funzionava più? Non trovavo risposta e più mi tormentavo e più il nodo che si era formato allo stomaco stringeva.
Volevo prendere, partire ed andare lontano, scappare, dimenticate tutto.
Effettivamente, l'ultima volta che avevo deciso di farlo aveva portato bene, era stata l'estate del 2012, che mi aveva portato Andrea, magari mi avrebbe aiutato anche sta volta.
Uno non vorrebbe altro che essere felice, avere certezze, anche poche, ma averle.
Io mi ritrovavo inquieta, con un enorme punto interrogativo stampato in fronte.
Meglio di così non poteva proprio andare.

Leggi tutto l'articolo