Insulti, calci e pugni: senegalese in ospedale

Insulti per il colore della pelle.
Poi calci e pugni fino a mandarlo in ospedale. L’ennesima aggressione razzista è avvenuta a Morbegno (Sondrio) ai danni di un senegalese di 28 anni.
Attorno alle 2 di sabato notte il migrante si stava recando al lavoro, in un panificio della città, quando è stato avvicinato da un gruppo di giovani che hanno cominciato a insultarlo per il colore della pelle.
Gli aggressori sarebbero stati individuati grazie anche alle riprese delle telecamere di sorveglianza.  La brutale aggressione è avvenuta in pieno centro nella località della Valtellina.
Due giovani lo hanno bloccato iniziando a picchiarlo e uno gli ha sferrato un pugno all’occhio destro.
Il 28enne Mame Serigne Gueye ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra.
Il cellulare che aveva con sé ha subito danni ma funzionava ancora e il giovane senegalese, sanguinante al volto, è riuscito a chiamare i carabinieri, che ora indagano sull’episodio.