Inter campione, dopo tutto

Alla fine l'Inter ce l'ha fatta.
Ha vinto il 16esimo scudetto della sua storia, il terzo consecutivo dando il via a una vera e propria èra di vittorie e glorie.
L'Inter vince all'ultima giornata di un campionato in cui aveva dominato in lungo e in largo, beneficiato di errori arbitrali ma dando anche mostra di grande capacità tecniche e agonistiche.
L'inter vince in extremis, quando a fine primo tempo lo scudetto era della Roma, quando le ultime prestazioni lasciavano presagire un terribile crollo.
Salva tutto Ibrahimovic, genio e sregolatezza di questa Inter, formidabile e disastroso a seconda della giornata.
Complimenti Inter ma complimenti anche ROma, capace di crederci sempre e di arrivare a giocarsi tutto sul filo di lana nonostante la perdita del proprio capitano.
Complimenti anche Juve, formidabile neopromossa in grado di avere due suoi giocatori in vetta alla classifica dei capocannonieri, due eroi della B dello scorso anno, Del Piero e Trezeguet.
Brava anche la Fiorentina che approda in Champions un po' a sorpresa ma grazie ai suoi giovani talenti, ad Adrian Mutu e alla sapienza tattica e umana di Prandelli.
E' stato un bel campionato se non fosse stato per due tragici momenti, quello della morte di Gabriele Sandri e quello del tifoso del Parma morto prima di Juve-Parma, che ci ricordano che il nostro calcio ma anche la nostra società sono in grave crisi.

Leggi tutto l'articolo