Internet. Vodafone come Tele2, taglia il Peer to Peer e le telefonate Voip

di Fabrizia Rosati A partire dal 20 Novembre 2009, allo scopo di salvaguardare la qualità del servizio Internet a vantaggio di tutti i Clienti, la velocità massima di connessione alle applicazioni peer-to-peer o file sharing potrà essere limitata fra le ore 7:00 e le ore 22:00.
Inoltre nelle offerte Dati in Mobilità con computer e cellulare (iPhone, BlackBerry, etc...) saranno introdotte alcune limitazioni e nuove condizioni per il traffico effettuato con applicazioni VoIP.
Con questa scarna comunicazione, pubblicata sul sito (sezione clienti affari), Vodafone cambia le regole contrattuali sottoscritte dagli utenti.
La manovra e' negativa secondo diversi punti di vista.
Vodafone cosi' facendo segue le orme di Tele2, il gestore 'fisso' acquistato da un paio d'anni dal gestore, che si e' distinto proprio per il taglio selettivo della banda (con l'aggravante che di cio' neppure informava i clienti).
E' la conferma che i gestori in principio (al lancio di una nuovo servizio, in questo caso la la possibilita' di navigare si Internet in mobilita') acquisiscono clientela, confezionando offerte appetibili.
Poi, per motivi tecnici o puro interesse commerciale, riducono drasticamente il livello del servizio.
Inoltre, la manovra di Vodafone discrimina una determinata modalita' di utilizzare la rete.
E' come se la Societa' autostrade dicesse che tutte le auto tedesche, giapponesi o italiane non possono transitare nello ore diurne.

Leggi tutto l'articolo