Intervento di Marco Travaglio al Parlamento Europeo – 13 novembre 2007

Intervento di Marco Travaglio al Parlamento Europeo – 13 novembre 2007   http://it.youtube.com/watch?v=JnGSJlIHX8I Intervento di Marco Travaglio al Parlamento Europeo – 13 novembre 2007 Beppe Grillo: Adesso cedo la parola al vero ministro della Giustizia italiano: Marco Travaglio.
Marco Travaglio: Così non posso più parlare di Mastella perché sembra lo faccia pro domo mea! In realtà volevo semplicemente darvi la cronologia dei fatti che sono accaduti intorno alle indagini condotte da De Magistris, che oggi non le conduce più perché gli sono state scippate.
Forse può essere interessante vedere la scansione temporale di quello che è accaduto per rendersi conto anche della trasformazione che sta subendo il rapporto tra la politica, in particolare il governo, e la magistratura in seguito a una serie di riforme, di prassi, di comportamenti, che soltanto qualche anno fa sarebbero stati totalmente impensabili.
Noi, fino a qualche anno fa, eravamo famosi in Europa per avere la magistratura più autonoma e indipendente – e costituzionalmente parlando è ancora così – e si è riusciti a manomettere questa indipendenza e autonomia senza sfiorare la Costituzione, cambiando semplicemente le leggi ordinarie e soprattutto le prassi, e convincendo una parte della magistratura che non è il caso di mettersi in frizione con il potere politico con determinati tipi di indagine, come quelle di cui parlava prima il Dott.
De Magistris.
Come molti di voi sapranno, l’Italia non ha una grande tradizione di ministri della Giustizia ma negli ultimi anni esagera, nel senso che ha avuto due fra i peggiori ministri della giustizia della sua Storia: l’ingegner Roberto Castelli, esperto in abbattimento di rumori autostradali, divenuto ministro nel 2001 e durato ben cinque anni, autore di alcune tra le leggi più incredibili mai viste – quasi tutte cassate dalla Corte Costituzionale perché incostituzionali – o scritte da lui o avallate dal suo operato; dopo cinque anni di questo genere è stato sostituito da Clemente Mastella.
A memoria d’uomo non era mai stato visto nulla di simile: Mastella sta in Parlamento da trentun’anni, è stato testimone di nozze, nel 2000, del braccio destro di Bernardo Provenzano, Francesco Campanella, l’uomo che fornì a Provenzano i documenti falsi per andare in Francia a operarsi di prostata.
Campanella era il segretario dei giovani dell’Udeur.
All’epoca, l’attuale ministro della giustizia gli fece da testimone di nozze insieme all’attuale governatore di Sicilia Salvatore Cuffaro: il [...]

Leggi tutto l'articolo