Intrappolati sull'A1, coda di 38 km Il presidente toscano: «Class action»

La Protezione civile: ignorate nostri allarmi.
Tra Firenze e Arezzo auto e camion fermi da più di 20 ore.
Polemica tra Rossi e il presidente dell'Anas Ciucci Caos sull'autostrada del Sole tra Firenze e Arezzo: migliaia di auto sono bloccati da circa venti ore - dalle 15 di venerdì - dopo le abbondanti nevicate che hanno paralizzato il centro Italia e in particolare la Toscana.
La coda tra Valdarno e Firenze sud, in direzione nord, ha raggiunto i 38 chilometri e migliaia di persone hanno trascorso la notte al gelo.
Ci sono camion e auto abbandonati: in molti hanno preferito raggiungere a piedi l'abitato più vicino.
La situazione è in lento miglioramento ma i blocchi che si sono formati - con mezzi fermi perché privi di gomme termiche o catene - non sono risolti.
Tutti i mezzi spazzaneve e spargisale a disposizione stanno lavorando, soprattutto in direzione nord nel tratto tra Valdarno e Firenze Certosa, dove ci sono diversi chilometri di coda.
Sulla zona non nevica più, il problema ora è il ghiaccio sulla carreggiata.
Migliore la situazione in direzione sud, dove il traffico scorre seppur lentamente.
L'A1 è chiusa da Monte San Savino, in provincia di Arezzo, fino al capoluogo toscano.
SOCCORSI DIFFICILI - Rallentati i soccorsi per la difficoltà a entrare con i mezzi nel serpentone di auto: nella notte 15 squadre hanno raggiunto a piedi il tratto bloccato e non tutte ci sono riuscite.
Ora gli operatori stanno pulendo la neve intorno a ciascuna auto, ma chi è senza catene o gomme da neve si blocca di nuovo.
Forze dell'ordine e volontari stanno distribuendo coperte, viveri e bevande calde.
La Protezione civile di Firenze ha organizzato con i vigili fuoco un mezzo carico di derrate alimentari, per risalire da Firenze sud a Incisa, centro della crisi.
«Non ho mai visto nulla del genere» dice un automobilista, aggiungendo che alcuni addetti della società Autostrade, a piedi, hanno portato acqua e zucchero per un neonato rimasto bloccato in coda che aveva urgente bisogno di latte.
Praticamente impossibile contattare i centralini delle forze dell'ordine, costantemente occupati.
«Undici ore bloccato in autostrada, dieci delle quali fermo tra la neve, nello stesso punto, senza muovermi di un centimetro, a poca distanza dall'ingresso in autostrada che ho imboccato perché il pannello segnalava "code a tratti"» aggiunge l'automobilista, bloccato tra Firenze Sud e Scandicci dal primo pomeriggio di venerdì -.
I pannelli erano tranquillizzanti, code a tratti per chi frequenta questa autostrada sono la norma, nulla di [...]

Leggi tutto l'articolo