Invecchiare con garbo

Non è facile invecchiare con garbo.Bisogna accertarsi della nuova carne, di nuova pelle,di nuovi solchi, di nuovi nei.Bisogna lasciarla andare via, la giovinezza, senzamortificarla in una nuova età che non le appartiene,occorre far la pace con il respiro più corto, conla lentezza della rimessa in sesto dopo gli stravizi,con le giunture, con le arterie, coi capelli bianchi all’improvviso,che prendono il posto dei grilli per la testa.Bisogna farsi nuovi ed amarsi in una nuova era,reinventarsi, continuare ad essere curiosi, rideree spazzolarsi i denti per farli brillare come minuscolecariche di polvere da sparo.
Bisogna coltivare l’ironia,ricordarsi di sbagliare strada, scegliere con cura gli altri umani, allontanarsi dal sé, ritornarci, cantare, maledire i guru,canzonare i paurosi, stare nudi con fierezza.Invecchiare come si fosse vino, profumando e facendogodere il palato, senza abituarlo agli sbadigli.Bisogna camminare dritti, saper portare le catene,parlare in altre lingue, detestarsi...

Leggi tutto l'articolo