Investire in oro? si ma meglio se a lungo periodo

Abbiamo parlato molto spesso dell’oro come diversificazione del portafoglio o come bene rifugio per antonomasia.
Oggi però il prezzo dell’oro è sceso, ma quello che preoccupa di più è la richiesta che non è mai stata così bassa come negli ultimi tredici anni.
A rilevarlo è Bloomberg, e la motivazione è da ricercare nella crisi finanziaria nel vecchio Continente, che sta spingendo un numero crescente di investitori a preferire gli investimenti nel dollaro statunitense, piuttosto che quelli nel bene rifugio aurifero.
Il mercato dell’oro ha visto ridursi fino al 50% della richiesta dall’India, uno dei principali consumatori di oro al mondo.
La crisi globale sta spingendo al ribasso i prezzi di tutti gli asset, con effetti negativi anche per l’oro.
Se ora dovessimo prevedere quale sarà il futuro dollaro e oro sarebbe molto difficile.
C’è oggi la possibilità che il dollaro possa ulteriormente rafforzarsi nei confronti dell’euro spingendo il cambio anche sotto i 1.20.
Se questa accadesse, anche l’oro potrebbe subire un ulteriore deprezzamento dovuto dal calo della domanda.
Questa analisi è valida nel breve periodo, ovviamente se guardiamo ad un orizzonte temporale di medio lungo periodo, l’investimento in oro rimane comunque un ottima scelta.

Leggi tutto l'articolo