Inzaghi ancora in gol, il Milan batte anche l'Ajax

MILANO - Il Milan, grazie ad un gol di Inzaghi esce bene da una partita difficile quella dell'esordio in Champions League contro un'Ajax che si è presentata a San Siro senza alcun timore, ben messo in campo e spesso pericoloso.
Inzaghi, dunque, ma un bel pezzo della vittoria va ascritta a merito di Dida che, a dieci secondi dalla fine, riesce a parare un tiro ravvicinato di Van deer Vart che sembrava già entrato in rete.
Una partita difficile, combattuta, in cui Ibrahimovic è rimasto a secco come Shevchenko che però ha collaborato al gol e ha fallito tante occasioni, pur essendo fra i più vivaci fra i rossoneri.
L'Ajax, dopo un buon primo tempo, è calato di tono e ha subito il gol di Inzaghi, quando Ancelotti ha sostituito Seedorf con Serginho.
Nel finale gli uomini di Koeman hanno tentato invano di recuperare.
Ben riuscito l'inserimento di Kakà che costerà ad Ancelotti i malumori di Rui Costa, dopo quelli di Rivaldo.
Koeman, questa è una curiosità, ha mandato in campo un solo olandese, Van der Vaart, in mezzo a un esercito di "stranieri", dal tunisino Trabelsi, allo svedese Ibrahimovic al ghanese Yakubu.
Gli olandesi hanno un gioco ben collaudato, che praticano a memoria: grandi aperture, pressing, corsa.
Le manovre cominciano in genere da destra, dove agisce il tunisino Trabelsi.
E bisogna dire che l'inizio e stato difficile per i rossoneri, anche per un malinteso Dida-Maldini e palla messa in angolo.
Gli olandesi sono stati poi soggiogati per un po' dal Milan che, grazie alle giocate di Kakà, ha portato lo scompiglio nella difesa olandese, ma senza esito alcuno perché i tiri di Shevchenko, dello stesso brasilano e di Gattuso sono stati sempre deviati o fuori bersaglio.
Viceversa, l'Ajax è andato più vicino al gol con una punizione del bravo Van der Vaart, deviato da Dida con l'aiuto della traversa.
Il portiere rossonero ha dovuto anche spiccare il volo sulla propria destra per neutralizzare un bel colpo di testa di Ibrahimovic imbeccato da Trabelsi da destra.
La sostituzione dell'acciaccato Costacurta con Laursen, un dubbio intervento di Pasanen su Inzaghi a due passi dalla porta e un debole tentativo di Superpippo su punizione hanno animato la fine del primo tempo.
Non si può dire che il Milan abbia dominato l'Ajax, nel primo tempo.
Il rabbioso assalto della squadra rossonera (due occasioni per Shevchenko, non sfruttate) è stato spezzato da due tentativi di Ibrahimovic non molto pericolosi per Dida, costretto anche a uscire sui piedi di Trabelsi.
Ancelotti cambia: Serginho per lo spento Seedorf e le cose [...]

Leggi tutto l'articolo