Io non mi vergogno del Vangelo

Trascrizione di lavoro della Radio Vaticana del la Catechesi di Papa Francesco Buonasera a tutti, cari fratelli e sorelle!L’apostolo Paolo finiva questo brano della sua lettera ai nostri antenati con queste parole: non siete più sotto la Legge, ma sotto la grazia.
E questa è la nostra vita: camminare sotto la grazia, perché il Signore ci ha voluto bene, ci ha salvati, ci ha perdonati.
Tutto ha fatto il Signore, e quella è la grazia, la grazia di Dio.
Noi siamo in cammino sotto la grazia di Dio, che è venuta da noi in Gesù Cristo che ci ha salvato.
Ma questo ci apre verso un orizzonte grande, e questo è per noi gioia.
“Voi non siete più sotto la Legge, ma sotto la grazia”.
Ma cosa significa, questo “vivere sotto la grazia”? Cercheremo di spiegare qualcosa di che significa vivere sotto la grazia.
E’ la nostra gioia, è la nostra libertà.
Noi siamo liberi.
Perché? Perché viviamo sotto la grazia.
Noi non siamo più schiavi della Legge: siamo liberi perché Gesù Cristo ci ha liberati, ci ha dato la libertà, quella piena libertà di figli di Dio, che viviamo sotto la grazia.
Questo è un tesoro.
Cercherò di spiegare un po’ questo mistero tanto bello, tanto grande.
Vivere sotto la grazia.Quest’anno avete lavorato tanto sul Battesimo e anche sul rinnovamento della pastorale post-battesimale.
Il Battesimo, questo passare da “sotto la Legge” a “sotto la grazia”, è una rivoluzione.
Sono tanti i rivoluzionari nella storia, eh?, sono stati tanti.
Ma nessuno ha avuto la forza di questa rivoluzione che ci ha portato Gesù.
Una rivoluzione per trasformare la storia che cambia in profondità il cuore dell’uomo.
Le rivoluzioni della storia hanno cambiato i sistemi politici, economici, ma nessuna di esse ha veramente modificato il cuore dell’uomo.
La vera rivoluzione, quella che trasforma radicalmente la vita, l’ha compiuta Gesù Cristo attraverso la sua Resurrezione: la Croce e la Resurrezione.
E Benedetto XVI diceva, di questa rivoluzione, che “è la più grande mutazione della storia dell’umanità”.
Ma pensiamo questo, eh? E’ la più grande mutazione della storia dell’umanità, è una vera rivoluzione e noi siamo rivoluzionarie e rivoluzionari di questa rivoluzione, perché noi andiamo per questa strada della più grande mutazione della storia dell’umanità.
Un cristiano, se non è rivoluzionario, in questo tempo, non è cristiano! Deve essere rivoluzionario per la grazia! Proprio la grazia che il Padre ci dà attraverso Gesù Cristo crocifisso, morto e risorto fa di noi [...]

Leggi tutto l'articolo