Iraq: ucciso religioso, istigò armarsi

(ANSA) – BASSORA (IRAQ), 18 NOV – Un religioso musulmano è stato ucciso davanti alla sua abitazione dopo aver consigliato che i manifestanti, che protestano contro gli scarsi servizi pubblici di Bassora, nel sud dell’Iraq, prendessero le armi.
Lo riferisce la polizia irachena.
Wissam al-Ghrawi era una figura di spicco delle recenti proteste, che chiedono acqua pulita e un adeguato servizio di corrente elettrica: la provincia di Bassora produce oltre il 90% delle esportazioni di petrolio del Paese, ma soffre di acqua potabile contaminata e frequenti blackout.
La polizia di Bassora ha reso noto che al-Ghrawi è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da un commando ieri sera davanti alla sua casa nel centro della città.
Solo il giorno prima era stato filmato durante una manifestazione mentre diceva che i religiosi avrebbero presto emesso una fatwa per prendere le armi.
Il video è poi stato ampiamente condiviso sui social media iracheni.