Irrilevanza della predisposizione morbosa a ridurre la responsabilità del danneggiante - Cass. 27831/2009

Irrilevanza della predisposizione morbosa a ridurre la responsabilità integrale del danneggiante
 
Cass., sez. lav., 30 dicembre 2009 n. 27831
 
Danno biologico – Predisposizione morbosa o presenza di preesistenti fattori patologici – Non determinano riduzione di responsabilità risarcitoria né dell’integralità risarcitoria del danno.
 
La predisposizione morbosa del lavoratore non esclude il nesso causale fra lo sforzo fisico (o le situazioni di stress emotivo ed ambientale) e l’evento infortunistico, anche in relazione al principio dell’equivalenza causale di cui all’art. 41 cp, che trova applicazione nella materia degli infortuni sul lavoro, dovendosi riconoscere un ruolo di concausa anche ad una minima accelerazione di una pregressa malattia (cfr. Cass. n. 19682/2003) e ben potendo, anzi, preesistenti fattori patologici rendere più gravose e rischiose per il lavoratore attività in genere non comportanti conseguenze negative, provocando la brusca rottura del preesistente, precario eq...

Leggi tutto l'articolo