Isola, Monte contro la Henger: "Il canna-gate ha devastato la mia famiglia"

Francesco Monte torna a parlare dell'ormai celebre canna-gate dell'Isola dei Famosi e accusa Eva Henger di aver minato la serenità della sua famiglia.
Il modello, reduce dal successo del Grande Fratello Vip, di recente aveva annunciato la decisione di querelare Eva Henger dopo le accuse di aver fumato marijuana mentre era in Honduras per partecipare all'Isola dei Famosi.
"La querela per diffamazione nei confronti della signora Henger è datata marzo 2018 - ha raccontato l'ex di Cecilia Rodriguez al settimanale Chi - e sulla notifica, personalmente, posso farci ben poco.
Qualcuno ha pensato che fosse una scelta strategica quella di farla arrivare in concomitanza con la partenza della nuova edizione dell’Isola dei Famosi, ma non è così”.
A distanza di un anno si continua a parlare dello scandalo che aveva coinvolto il 30enne pugliese, accusato da Eva Henger di aver fumato delle canne durante la sua permanenza sull'Isola dei Famosi.
“Questa situazione è stata devastante - ha spiegato Monte, che in seguito alle accuse aveva deciso di ritirarsi -, sia per me che per chi mi stava intorno.
Mio padre è stato molto male.
Questa faccenda mi ha danneggiato sotto ogni punto di vista.
C’è gente che dal nulla si è sentita in diritto di offendermi con epiteti che andavano dal drogato al tossico solo perché qualcuno in tv si è permesso di diffamarmi.
Fortunatamente - ha concluso - l’esperienza al GF Vip mi ha permesso di farmi conoscere per quello che sono realmente e non per ciò che è stato raccontato”.
Monte ha inoltre chiarito di non aver querelato Barbara D'Urso, che spesso ha ospitato Eva Henger per parlare del canna-gate “Io, per diffamazione, ho citato solamente la signora Henger - ha chiarito -.
Tutto il resto è televisione e mi dispiace che la conduttrice del programma abbia ironizzato su un’inesistente antipatia nei suoi confronti.
Io sono un pacifico per natura.
Pensi che non ce l’ho nemmeno con la mia controparte”.
Francesco Monte - Fonte: Facebook

Leggi tutto l'articolo