Isra, schiava dell'Isis venduta a 10 uomini: darei fuoco a Daesh

Roma, 8 mar.
(askanews) - "Vorrei tanto che quelli dell'Isis fossero qui davanti a me per dargli fuoco proprio come ho fatto ora con questo loro indumento, il Niqab".
Parla così, nel giorno della festa della donna, Isra, una ragazza di 20 anni yazida, mentre si vede il velo integrale islamico nero, che lascia scoperti solo gli occhi alle donne, avvolto dalle fiamme.
La sua storia atroce è stata raccontata dalla tv satellitare curda Rudaw che l'ha intervistata.
Isra è appena tornata libera dopo essere stata abusata per due anni, venduta come schiava del sesso a 10 uomini.
Nel video si vede la ragazza che arriva nelle zone controllate dalle forze curde siriane dopo essere fuggita, assieme a molte altre, dal villaggio di Baghouz, ultima roccaforte dell'Isis nell'Est siriano.
Quando si toglie il velo integrale viene applaudita da un gruppo di combattenti curde che la circondano.
far vedere lei che parla appena toglie il velo "La prima volta che mi hanno messo il velo mi sentivo soffocata, mi hanno costretta - racconta - ma io appena ero sola me lo toglievo di nascosto".
Ora lo dà alle fiamme e dice che le piacerebbe fare lo stesso con gli uomini di Daesh che le hanno fatto del male.

Leggi tutto l'articolo